Come è iniziato tutto...

Van Wonderen apre il primo negozio nella famosa Kalverstraat di Amsterdam. I negozi portano il nome del nonno del fondatore, Gerard van Wonderen (1907) in quanto l'idea di aprire un negozio artigianale di stroopwafel e la nostra passione verso questo iconico biscotto olandese risale a molti anni fa.

Suo nipote, Colin van Wonderen, ha assaggiato per la prima volta uno stroopwafel caldo ormai 25 anni fa, quando lui e il nonno andavano al mercato nei fine settimana e ordinavano uno stroopwafel appena sfornato e caldo dalle bancarelle.

Dopo molti anni di esperienza imprenditoriale accumulata in vari settori, Colin colse l'opportunità per realizzare il proprio concetto di stroopwafel. Subito dopo ne testò i risultati con la famiglia e gli amici ottenendo grandi sorrisi ed espressioni di soddisfazione. Lo stroopwafel caldo che Colin conobbe grazie al nonno Gerard è stato riportato in vita! Oggi, riportiamo il sorriso su tantissimi volti, e molte persone vanno nei nostri negozi per acquistare i tipici stroopwafel olandesi.

Qual è la nostra missione? Condividi questi sapori e queste sensazioni con più persone in futuro!

100% handmade soap bar

La storia dello Stroopwafel

Lo stroopwafel è stato cucinato per la prima volta a Gouda, intorno alla seconda metà del XIX secolo [nota: la fonte cita il XX secolo, ma si pensa che siano ancora più datati]. L'iconico biscotto olandese consiste in due waffle rotondi e sottili cotti in una piastra per waffle, dopodiché sono "incollati" insieme utilizzando uno sciroppo dolce. I waffle originali devono avere un diametro di circa 10 centimetri. Oggi sono disponibili con diametri da 5 fino a oltre 25 centimetri. Gli stroopwafel non sono solo una delizia quando arrivano "caldi dalla griglia". Si abbinano perfettamente anche al gelato e al cioccolato. Oggi gli stroopwafel non si mangiano solo nei Paesi Bassi, sono anzi famosi in tutto il mondo!


Italiano
Italiano

[[recommendation]]